ęCONSULENTIPRIVACY.IT

Legge privacy 675 analisi dei rischi   VIDEOSORVEGLIANZA IN DISCOTECA

 

Home - Consulenti Privacy

 

:. CHI SIAMO - CONTATTI

:. Mappa del sito

 

SERVIZI DI CONSULENZA

:. QUESITI E PARERI

:. ADEGUAMENTO-CONSULENZA

:. DOCUMENTO PROGRAMMATICO

:. VERIFICHE GRATUITE

:. FORMAZIONE 

:. SICUREZZA INFORMATICA

:. NOTIFICA AL GARANTE

 

SEZIONE INFORMATIVA

:. PRIVACY IN PILLOLE

:. SANZIONI

:. CHI DEVE ADEGUARSI?

:. CONTROLLA ADEMPIMENTI

:. CODICE PRIVACY E NORMATIVA

:. PRIVATI E DIRITTO ALLA PRIVACY

 

ARCHIVIO E NEWS dal 1997

 

NORMATIVE ATTINENTI

:. TESTO UNICO BANCARIO

:. LEGGE 626/94

 

FAQ

 

:. SITI UTILI

 

Policy privacy

 

 

 

PRIVACY E CONTROLLI ISPETTIVI, 

VIDEOSORVEGLIANZA IN DISCOTECA

Dopo le multe comminate ai circoli privati, ancora sanzioni per la mancata informativa agli interessati, stavolta a una discoteca.

IL FATTO

I carabinieri hanno rilevato e segnalato al Garante, durante un controllo, la presenza di telecamere a circuito chiuso in una discoteca, capaci di riconoscere i clienti inquadrati.

Solo dopo la prima ispezione dei carabinieri il gestore della discoteca aveva provveduto ad avvisare i clienti con un cartello comunque inadeguato e generico ("si avvisano la clientela che sono attive delle telecamere").

LA VIOLAZIONE

Sono considerati dati personali anche le immagini. 

I clienti della discoteca non erano stati informati preventivamente della presenza di un sistema di videosorveglianza interno installato nella discoteca. 

Era obbligo del responsabile del locale avvisare i cliente della registrazione e informare gli interessati circa:

- le modalitÓ e finalitÓ del trattamento

- la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati 

- i loro diritti 

LA SANZIONE

Il responsabile della discoteca ha provveduto a pagare nei termini previsti la sanzione comminata per violazione dell'art. 10 della legge 675/96 (pagamento nella misura ridotta di 516,46 euro, circa un milione, entro sessanta giorni dalla notifica del provvedimento.