Legge privacy 675 analisi dei rischi             CONCILIAZIONE VIRTUALE

 

 

Home - Consulenti Privacy

 

CHI SIAMO - CONTATTI

Mappa del sito

 

SERVIZI DI CONSULENZA

 

:. QUESITI E PARERI SULLA PRIVACY

:. PARERI LEGALI

:. CONSULENZA LEGALE

:. ADEGUAMENTO-CONSULENZA

:. DOCUMENTO PROGRAMMATICO

:. VERIFICHE GRATUITE

:. FORMAZIONE 

:. SICUREZZA INFORMATICA

:. NOTIFICA AL GARANTE

 

SEZIONE INFORMATIVA

:. PRIVACY IN PILLOLE

:. SANZIONI

:. CHI DEVE ADEGUARSI?

:. CONTROLLA ADEMPIMENTI

:. CODICE PRIVACY E NORMATIVA

:. PRIVATI E DIRITTO ALLA PRIVACY

 

ARCHIVIO E NEWS dal 1997

 

NORMATIVE ATTINENTI

TESTO UNICO BANCARIO

LEGGE 626/94

 

FAQ

 

SITI UTILI

 

Policy privacy

 

 

CONCILIAZIONE VIRTUALE

Da dicembre 2001 è attivo il sito www.risolvionline.it, reso disponibile dalla Camera di Commercio di Milano, che permette di effettuare conciliazioni on-line, senza muoversi da casa ed a costi contenuti (fino al 31 maggio 2002 il servizio è gratuito). 

Si tratta esattamente di un area riservata del sito della Camera Arbitrale a cui possono accedere le parti, il conciliatore ed un funzionario della Camera stessa.

Chi promuove la conciliazione redige ed invia la domanda via internet. Il sito contatta l'altra parte e la invita a partecipare. Se la parte non accetta l'invito il tentativo decade, altrimenti viene nominato il conciliatore e stabilite data e ora dell'incontro.

L'incontro avviene in una chat room alla quale si accede con codice, password e username assegnati. Se l'esito dell'incontro è positivo, il verbale viene inviato via e-mail alle parti che devono firmarlo e rispedirlo. Una copia del verbale viene trattenuta dal sito. Ad ogni parte viene inviato poi il verbale dell'altra affinché l'accordo assuma valore legale.

I costi del servizio (gratuito fino al 31 maggio 2002) variano a seconda del valore della controversia:

fino a Euro 516,40 il costo è 25,80

da 516,40 a 5.164,50 il costo è 77,40

... e così via  fino a oltre 51.645,70 costo 774,4 

per cifre superiori, quanto sopra + 0,5% del valore che eccede i 51.645,70 Euro

(tratto da PC World n. 132 del febbraio 2002 "I soliti ignoti" pag. 28-33 di Franco Forte)