Legge privacy 675 analisi dei rischi             Legge privacy elenco cellulari

©CONSULENTIPRIVACY.IT

 

 

Home - Consulenti Privacy

 

CHI SIAMO - CONTATTI

Mappa del sito

 

SERVIZI DI CONSULENZA

 

:. QUESITI E PARERI SULLA PRIVACY

:. PARERI LEGALI

:. CONSULENZA LEGALE

:. ADEGUAMENTO-CONSULENZA

:. DOCUMENTO PROGRAMMATICO

:. VERIFICHE GRATUITE

:. FORMAZIONE 

:. SICUREZZA INFORMATICA

:. NOTIFICA AL GARANTE

 

SEZIONE INFORMATIVA

:. PRIVACY IN PILLOLE

:. SANZIONI

:. CHI DEVE ADEGUARSI?

:. CONTROLLA ADEMPIMENTI

:. CODICE PRIVACY E NORMATIVA

:. PRIVATI E DIRITTO ALLA PRIVACY

 

ARCHIVIO E NEWS dal 1997

 

NORMATIVE ATTINENTI

TESTO UNICO BANCARIO

LEGGE 626/94

 

FAQ

 

SITI UTILI

 

Policy privacy

 

 

GARANTE PRIVACY: sì ai maxi-elenchi telefonici,
anche con e-mail e numero di cellulare

 

Il nullaosta alla più grande raccolta di dati personali da quando esiste la legge sulla privacy lo ha dato proprio il Garante.

 

Data prevista: metà 2005.

 

Ogni abbonato, per la prima volta, potrà decidere liberamente, in forma specifica e documentata per iscritto, se apparire nell'elenco, se apparire con il solo cognome o se non essere contraddistinto da un riferimento che riveli il sesso (con la sola iniziale del nome), se omettere in parte l'indirizzo postale e se inserire il numero di cellulare.

Nel caso dei soli elenchi della telefonia mobile, poi, verrà omesso, salvo consenso dell'interessato, l'indirizzo. A discrezione dell'abbonato, poi, anche l'inserimento di altri dati sulla professione, il titolo di studio, l'indirizzo e-mail, il numero dell'ufficio etc.

Il Garante della Privacy ha già messo a punto il modulo, composto da cinque domande, che tutte le famiglie riceveranno a casa dai vari operatori telefonici entro il 31 gennaio del 2005.

 

Gli utenti che non risponderanno entro 60 giorni manterranno le condizioni precedenti. Attraverso il modulo, chiunque potrà scegliere cosa rendere noto sull'elenco del telefono e cosa no.

 

Non solo, il documento ha anche il compito di "informare adeguatamente, in modo particolare riguardo agli scopi degli elenchi (che potranno essere stampati su carta o riprodotti su supporti magnetici, ottici oppure consultabili on line) e alla facoltà di esprimere un consenso libero, differenziato e revocabile'', assicura il Garante.


Stesso discorso per la pubblicità. Anche qui, ogni abbonato potrà decidere se riceverla o no. Solo chi dira sì a informazioni commerciali o promozionali vedrà segnalato l'indirizzo o il numero telefonico con uno speciale simbolo (una cornetta). Non si potranno più utilizzare gli elenchi per invadere di messaggi pubblicitari chi non lo ha richiesto.

Inoltre, le società telefoniche dovranno mettere a disposizione del pubblico almeno un recapito telefonico, un indirizzo, un numero di telefax, un indirizzo di posta elettronica, al quale gli interessati possano rivolgersi per ottenere informazioni. Tutto dovrà essere pronto entro agosto 2005, quando partirà la distribuzione dei nuovi elenchi.

da "La Repubblica"  di mercoledì 21 luglio 2004