Legge privacy 675 analisi dei rischi             Privacy personale, diritto alla privacy

©CONSULENTIPRIVACY.IT

 

 

Home - Consulenti Privacy

 

CHI SIAMO - CONTATTI

Mappa del sito

 

SERVIZI DI CONSULENZA

 

:. QUESITI E PARERI SULLA PRIVACY

:. PARERI LEGALI

:. CONSULENZA LEGALE

:. ADEGUAMENTO-CONSULENZA

:. DOCUMENTO PROGRAMMATICO

:. VERIFICHE GRATUITE

:. FORMAZIONE 

:. SICUREZZA INFORMATICA

:. NOTIFICA AL GARANTE

 

SEZIONE INFORMATIVA

:. PRIVACY IN PILLOLE

:. SANZIONI

:. CHI DEVE ADEGUARSI?

:. CONTROLLA ADEMPIMENTI

:. CODICE PRIVACY E NORMATIVA

:. PRIVATI E DIRITTO ALLA PRIVACY

 

ARCHIVIO E NEWS dal 1997

 

NORMATIVE ATTINENTI

TESTO UNICO BANCARIO

LEGGE 626/94

 

FAQ

 

SITI UTILI

 

Policy privacy

 

 

DALLO SCONTRINO ALLA PAGELLA, 

TUTTO SU DI TE IN TIA

(Tratto dall'articolo di GIANNI RIOTTA «Grande Fratello» in Virginia: una banca dati per spiare il mondo, pubblicato sul "Corriere della Sera" del )
 
In Virginia, secondo i piani approvati dalla Casa Bianca e dal Pentagono, sorgerà il cervello della banca dati più grande del mondo. Si chiamerà TIA, sigla di Sistema di conoscenza totale dell'informazione.

L'intenzione è quella di far convergere tutte le banche dati del pianeta in una sola, gigantesca, biblioteca elettronica, capace di archiviare le ricevute dei biglietti aerei, gli scontrini alla cassa del supermercato, le telefonate fatte con cellulare o scheda, le pagelle scolastiche, gli articoli dei giornali, gli itinerari ai caselli autostradali, le ricette mediche, ogni transazione privata o di lavoro.

Tia sarà un sistema per aiutare gli analisti dell'antiterrorismo. Sarà una banca dati onnicomprensiva - dice Jan Walker, portavoce dell'Iao - lavorerà con giornali, tv, radio e Internet, filtrando e integrando. 

"Ma perché mai i militari devono sapere che cosa mi sbafo a colazione?", protesta John Pike, vulcanico direttore del gruppo di ricerca GlobalSecurity.org.

"Se il governo accumulerà queste informazioni sul nostro conto, presto o tardi, arriveranno abusi e deviazioni", lamenta Charlotte Twight, docente alla Boise State University.

La senatrice Dianne Feinstein promette un'inchiesta per proteggere la privacy dei cittadini contro Tia.

Tia vorrebbe schedare, entro il 2007, tutti i cittadini, americani e non (gli italiani che usano carte di credito, viaggiano, acquistano online, usano telefonini e Internet sono candidati a Tia), salvo poi introdurre dei "filtri", programmi informatici per "distinguere gli innocenti dai terroristi".

C'è chi, come il sociologo Amitai Etzioni, non si scandalizza più, rassegnato alle continue violazioni della privacy: "I nostri diritti sono già calpestati dalle compagnie che vendono gli indirizzi alle vendite per catalogo e tv. Tolleriamo il traffico a scopo di lucro, perché non nell'interesse della sicurezza nazionale?".

"Un conto è buttare nel cestino qualche depliant pubblicitario non richiesto, un conto è essere arrestati, ignari, in un'inchiesta sul terrorismo", ribatte Mihir Kshirsagar dell'Electronic Privacy Information Center.

La magistratura sta esaminando dossier su 75 casi di intrusioni illecite, via banca dati e su un racket criminale di "vendita delle identità". Finora reagiscono pochi intellettuali, l'opinione pubblica resta sconvolta dall'11 settembre 2001, il terrorismo è il nemico principale.

TIA sarà un vero paradiso per i patiti del complotto: digitate su Internet www.conspiracyarchive.com, la banca dati delle paranoie cospiratorie.

I dietrologi hanno scoperto che il simbolo dell'Information Awareness Office è la piramide massonica, con l'occhio onnisciente della Setta degli Illuminati e scalpitano. Quanto alla sigla Iao, il reverendo Gregory Markle, non ha dubbi: "Rileggete gli scritti mistici di Aleister Crowley. I sta per la dea Isis la Natura, A per Apophis, il Distruttore e O per Osiris, la Redentrice. Il Pentagono vuole esorcizzare il Male. Secondo la magica formula di Tifareth, I è invece la Madre Isis, A il Padre Amfortas e la O di omicron, simbolo di Satana, distruttore del genere umano». Tutto chiaro no? Come pensano di controllare esseri umani del genere?
Impresa impossibile, per un computer quanto per il mago Tifareth

 

 RITORNA ALLA SEZIONE CURIOSITA'